Lo Zefiro riprende il suo viaggio

Lo Zefiro di nuovo a solcare il mare senza cime che legano alla terra barca ed equipaggio.

Il meteo per il periodo di Pasqua non è stato dei migliori ma nonostante qualche scroscio d’acqua e un repentino calo di temperatura tra domenica e lunedi.

Ancora una volta, nella pancia di Zefiro si sono incrociate vite, sensazioni, bei momenti e tanta voglia di stare insieme.

Marciana Marina

Un primo giorno a Marciana Marina raggiunta con bordi risalendo un leggero sudovest, poi un rientro verso porto Azzurro sempre a vela dove non trovando posto nel porto lo zefiro ha dato fondo nella baia del Barbarossa.

Liberi dalle cime che tirano da luci e rumori, ci siamo goduti il dondolio, il silenzio e soprattutto il sorgere di una luna rossa che ha infuocato l’orizzonte riempiendo i nostri occhi.

Poi tutti chiusi nella pancia dello Zefiro abbiamo consumato un’ottima cena e trascorso una calda serata.

Gesti semplici, condivisione in piccoli spazi, capacità di raccontare e raccontarsi, vivere la natura standoci in mezzo questo è lo zefiro.

Il giorno dopo visto la presenza del sole nel cielo terso siamo stati fermi in baia, chi al sole, chi a leggere, chi a fantasticare.

Un saluto da Peppe, Tiziana e lo zefiro e la nuova stagione di navigazione. Viaggiazefiro 2012

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>